Reparto

Neurologia - Malattie Neurodegenerative



L’emergenza sanitaria che stiamo vivendo rappresenta certamente un momento estremamente delicato per tutti coloro che si trovano già in una condizione di indubbia fragilità, fisica e molto spesso psicologica.

Riteniamo che un sostegno psicologico in queste condizioni sia molto importante e pertanto abbiamo istituito un servizio di supporto per i pazienti e i loro familiari che afferiscono alla Neurologia - Malattie Neurodegenerative.

L’attività è svolta dai nostri psicologi, psicoterapeuti e neuropsicologi clinici, che mettono a disposizione la loro professionalità e la loro competenza specifica per queste malattie.

Per contattarci:

 - centro.sclerosimultipla@policlinico.mi.it o centro.alzheimer@policlinico.mi.it indicando la richiesta, nome, cognome e riferimento telefonico

 - 02 5503.3814 (segreteria). 

Speriamo tutti che questa situazione possa risolversi al più presto, nel frattempo ci auguriamo sinceramente di poter contribuire ad alleviare l’inevitabile peso psicologico ed emotivo legato alle difficoltà del momento.

Il team di Neuropsicologi clinici


Unità Valutativa Alzheimer (UVA)
02 5503.3814
Lun – Ven: 9.00 – 15.30
Padiglione Alfieri, 3° piano

 

 

Segreteria

02 5503.3814

Pad. Alfieri, via della Commenda 10
Neurologia - Malattie Neurodegenerative
Ambulatori

02 5503.3835 - 3846

Padiglione Monteggia
Mappa degli ingressi


Mappa Reparto

Informazioni sui ricoveri e orari di visita

Orario di colloquio con i medici:
Lun – Ven: 10.00 – 12.00

L’unita operativa è specializzata nella diagnosi e cura delle malattie neurodegenerative come l’Alzheimer, le demenze frontotemporalee vascolare, e delle malattie demielinizzanti come la sclerosi multipla e la neuromielite ottica. 

L’alta formazione dei medici neurologi consente di fornire adeguati percorsi di diagnosti e terapia (PDTA), in stretta collaborazione con le équipe della neurologia, della medicina nucleare, della psichiatria, della geriatria e della neuroradiologia. 

La diagnosi è effettuata utilizzando sia tecniche radiodiagnostiche avanzate, sia l’indagine genetica e biochimica, avvalendosi di un laboratorio di analisi specializzato. 

L’approccio multidisciplinare e l’intensa attività di ricerca hanno reso l’unità operativa punto di riferimento regionale e nazionale per il trattamento di queste patologie, disponendo anche di farmaci innovativi e terapie in fase di sperimentazione. 

L’esperienza acquisita negli anni ha portato alla nascita del:

  • Centro di riferimento “Unità Valutativa Alzheimer”
  • Centro di riferimento per la ricerca e la cura della sclerosi multipla e la dispensazione di farmaci immunomodulanti
  • Alzheimer
  • Forme ereditarie di Alzheimer (forme precoci)
  • Demenza a corpi di Lewy
  • Demenza frontotemporale
  • Demenza vascolare
  • Demenze con parkinsonismo
  • Degenerazione cortico-basale
  • Paralisi sopranucleare progressiva
  • Malattie da prioni (Malattia di Creutzfeldt-Jakob)
  • Sclerosi multipla
  • Malattia di Devic (neuromielite ottica)

La ricerca di base verte su:

  • Ricerca di fattori di rischio genetici tramite studi di associazione caso controllo mediante l’utilizzo dei tagging SNPs (Single Nucleotide Polymorphisms) e microsatelliti nei loci di suscettibilità per la malattia di Alzheimer e demenze correlate e per la Sclerosi multipla
  • Studi di correlazione genotipo-fenotipo in famiglie con forme di demenza a trasmissione autosomica dominante
  • Analisi di molecole infiammatorie in campioni biologici di pazienti
  • Analisi di espressione genica su cellule di sangue periferico, al fine di valutare l’espressione di molecole specifiche implicate nei processi patogenetici delle demenze e della sclerosi multipla. Tali molecole sono state indagate anche a livello serico e liquorale attraverso specifici dosaggi immunoenzimatici per testare la loro efficacia come marcatori diagnostici e prognostici
  • Studi di whole genome expression tramite l’utilizzo della tecnologia Illumina su mRNA e non coding RNA. In questo ambito si sono intrapresi diversi studi volti alla caratterizzazione di specifici profili di espressione di miRNA nelle cellule e nei fluidi biologici di pazienti, volti all’identificazione di nuovi biomarcatori di malattia o nuovi target terapeutici.
  • Epigenetica: studio del ruolo dei microRNA nella patogenesi delle demenze e della sclerosi multipla.
Aggiornato alle 11:58 del 30/11/2017
Aggiornato alle 11:58 del 30/11/2017
21/09 2020

#GiornataMondialeAlzheimer. I nostri professionisti rispondono alle domande dei pazienti

Il 21 Settembre è la Giornata Mondiale dell'Alzheimer. Per l'occasione un team di esperti del Policlinico di Milano, in collaborazione con l'Università degli Studi di Milano, il Centro Dino Ferrari e gli...

notizia
30/06 2020

#Ricerca. Alzheimer, un nuovo possibile strumento di diagnosi dalle “vescicole extracellulari”

   Pubblicato sulla rivista scientifica Cells uno studio di due ricercatrici del Centro Dino Ferrari, Università Statale di Milano – Policlinico di Milano, che identifica nel plasma di pazienti con Alzheimer un...

notizia
12/05 2020

#Ricerca. Demenza precoce, uno studio lega i sintomi cognitivi e psichiatrici con le alterazioni delle strutture cerebrali

La ricerca, su 150 pazienti, è frutto di una collaborazione italo-olandese che si è sviluppata al Policlinico di Milano. I risultati potrebbero migliorare la diagnosi dei pazienti con Demenza Fronto...

notizia
19/03 2020

Nuovi criteri clinici per distinguere le demenze neurodegenerative comportamentali dai disturbi psichiatrici primari

L’articolo pubblicato su Brain da un consorzio internazionale di esperti, di cui fanno parte per l’Italia Daniela Galimberti ed Elio Scarpini del Centro Dino Ferrari dell’Università di Milano e del Policlinico...

notizia
24/01 2020

#Ricerca. Parkinson giovanile, non c'è una forma unica. La scoperta al Policlinico di Milano

   Il Parkinson è una malattia che di solito si sviluppa dopo i 60 anni, ma non sono rari i casi di esordio giovanile, e cioè in persone con meno di 45 anni. E' già stata scoperta una mutazione nel...

notizia
17/01 2020

#Ricerca. Malattie autoimmuni, il Policlinico di Milano tra i capofila di un grande progetto finanziato dall'Unione Europea

   Nelle malattie autoimmuni, le difese immunitarie in qualche modo 'vanno in tilt' e cominciano ad aggredire lo stesso organismo che le ospita, provocando danni anche molto seri. Nonostante esistano diverse...

notizia
03/01 2020

Non per vantarmi, ma sono sempre in testa

Buongiorno a tutti, mi presento: sono il vostro cervello. Sì, proprio il cervello, quello che vi portate sulle spalle, chiuso dentro la testa, in modo da non perderlo e non dimenticarlo. Sono il “capoccia”, il boss,...

notizia
16/12 2019

Lo sapevi che la luce blu ‘attiva’ il tuo cervello?

Che la luce sia in grado di influenzare i ritmi circadiani, l’umore, il sonno (qualità e durata) e il metabolismo è noto già da tempo. Ma negli ultimi anni, gli scienziati hanno dimostrato che la luce blu...

notizia
05/04 2019

Quando il design sposa la ricerca: il Policlinico di Milano al Fuorisalone

Il tipo di luce che ci circonda, a casa, al lavoro, all’aperto, ci influenza in modi inaspettati. Il nostro cervello infatti reagisce in maniera diversa in base al tipo di illuminazione in cui è immerso. Per dimostrarlo, i neurologi ed i neuropsicologi dell’Unità di Neurologia - Malattie Neurodegenerative del Policlinico di Milano hanno sviluppato una serie di test in un’installazione esclusiva per Fuorisalone...

notizia
25/09 2018

Vieni a divertirti con i medici e i ricercatori del Policlinico di Milano alla Notte dei Ricercatori! (28 e 29 settembre)

Anche quest'anno ci saranno i medici e ricercatori del Policlinico di Milano a “Meet Me Tonight – Faccia a faccia con la ricerca”, l’iniziativa milanese organizzata nei giorni 28 e 29...

notizia
30/08 2018

Sclerosi multipla, un nuovo biomarcatore in grado di predire la progressione della malattia

Sul Multiple Sclerosis Journal, una ricerca di Università degli Studi di Milano, Fondazione IRCCS Ca’ Granda Ospedale Maggiore Policlinico, Centro Dino Ferrari dimostra come bassi livelli della proteina β-amiloide nel liquido cefalorachidiano possano rappresentare un biomarcatore predittivo della progressione della malattia.

notizia
07/06 2018

Demenza cerebrale frontotemporale: una nuova tecnica di risonanza magnetica per “leggere” le forme genetiche della malattia

La demenza frontotemporale è, dopo l’Alzheimer, la seconda causa di decadimento cognitivo prima dei 65 anni. Oggi, uno studio dell’Unità Malattie Neurodegenerative, Centro Dino Ferrari, Università di...

notizia
03/04 2018

Alzheimer, individuato un nuovo bersaglio terapeutico nella sostanza bianca cerebrale

Uno studio apre a una possibile associazione tra livelli liquorali di amiloide e danno della sostanza bianca cerebrale in pazienti affetti da demenza, sottolineando l’importanza della mielina in una malattia da sempre ritenuta...

notizia
12/02 2018

Alzheimer: l’immunoterapia tardiva inefficace per bloccare il declino cognitivo

   L'intervento con un anticorpo monoclonale contro la proteina beta Amiloide si è rivelato del tutto inefficace nel bloccare il declino cognitivo tipico della malattia di Alzheimer. A rivelarlo è uno studio internazionale pubblicato sulla rivista News England Journal of Medicine e coordinato per l'Italia da Elio Scarpini, direttore della Neurologia - Malattie Neurodegenerative del Policlinico di Milano e docente di Neurologia al dipartimento di Fisiopatologia medico-chirurgica e dei trapianti dell'Università degli Studi di Milano.

notizia
06/10 2017

Scoperte 29 nuove varianti genetiche legate all’Alzheimer

Studio internazionale pubblicato su Nature Genetics, frutto di una collaborazione tra Cardiff (Uk), Philadelphia (Usa) e Policlinico di Milano Sono state scoperte 29 nuove varianti genetiche associate allo sviluppo della malattia di Alzheimer, che rappresenta...

notizia
23/02 2017

Sclerosi multipla: immunoterapia verso la medicina di precisione, con terapie più mirate per i pazienti

Uno studio condotto presso i laboratori dell’Istituto Nazionale di Genetica Molecolare “Romeo ed Enrica Invernizzi” (INGM) e pubblicato su “The Journal of Allergy and Clinical Immunology” ha evidenziato per la prima volta un meccanismo molecolare...

notizia
20/09 2013

Un solo gene difettoso all’origine di due malattie “opposte”: una neurologica e una psichiatrica

Lo stesso identico difetto genetico può dare origine a due malattie che sembrerebbero diametralmente opposte: una neurologica, che provoca un particolare tipo di demenza, e un’altra psichiatrica, che invece provoca psicosi, allucinazioni e deliri. La...

notizia
26/11 2012

Sclerosi multipla, una nuova diagnosi ogni 4 ore. Al Policlinico il paziente è al centro

Gli specialisti del Centro di Riferimento Ricerca e cura della Sclerosi Multipla della Fondazione Ca’ Granda incontrano i pazienti per parlare di sclerosi multipla e degli ultimi progressi della ricerca. L’incontro rientra nell’impegno del Centro...

notizia