notizia
19/02 2022

#VOLONTARIATO. E sembra un sabato qualunque, un sabato italiano. Il peggio sembra essere passato

— Rosanna Favulli – DuturClaun VIP Milano ODV

È sabato, il 19 febbraio, gli “Appunto” fanno il “complicamice”, la loro prima vestizione avvenuta due anni prima e che, a causa della pandemia, non l’hanno più indossato per andare in corsia.

Appunto è il nome del gruppo dei nostri tirocinanti, piccoli claun in crescita che, avendo terminato il corso base sono pronti per portare sorrisi, leggerezza e un po’ di magia nei reparti pediatrici e nelle residenze per gli anziani, perché tutti rimaniamo un po’ bambini e tutti abbiamo voglia di sorridere.

I Dutur Claun VIP Milano ormai sono di casa in De Marchi e all’Alfieri, ogni sabato si andava nei reparti, compresi dialisi e terapia intensiva, per colorare un po’ anche le giornate più uggiose, poi… il silenzio. Un silenzio che ha fatto tantissimo rumore e che ha cancellato gli arcobaleni.

Ma come diceva Heinrich Böll: “noi siamo clown e facciamo collezione di attimi”. Eccoci quindi di nuovo in pista, all’inaugurazione dell’HUB vaccinale pediatrico di Fiera Milano con i nostri camici colorati, il naso rosso e i nostri segreti per far sorridere. Ma anche alle Scintille, per ascoltare e fare compagnia ai diversamente bambini. Sabati e domeniche ricche di allegria, urla, balli e tanta voglia di stare insieme.

Sino al 19 febbraio, “appunto”. In occasione della chiusura dell’HUB vaccinale pediatrico abbiamo voluto fare festa, insieme ai bimbi che eroicamente hanno fatto la loro dose di vaccino, in attesa di ricevere da noi un po’ di compagnia, qualche foto e una medaglia al valore con tanto di naso rosso. Siamo andati in 23 clown, riempiendo corsie e sale di attesa di un frastuono colorato e riportando l’arcobaleno in mezzo ai bimbi e ai loro genitori.

Dal prossimo fine settimana si ritorna alle Scintille, tutti insieme: grandi, diversamente bimbi e piccini. Insieme al personale sanitario e tutti gli altri volontari che orami sono amici e che ci aspettano per la voglia di passare insieme qualche momento vaporoso e inatteso, aspettando che tutto torni più normale, diverso sì, ma normale. Sperando anche di poterci tornare ad abbracciare.

Grazie a tutti quelli che ci hanno permesso di fare il nostro servizio e arrivederci, speriamo ancora per poco alle Scintille, aspettando il rientro in corsia.