Donne e malattie rare: la sindrome di Rokitansky

Il Policlinico di Milano è Centro di riferimento per lo studio e il trattamento della Sindrome di Rokitansky e delle anomalie congenite dell’apparato genitale femminile, ed è altamente specializzato nella diagnosi e nel trattamento chirurgico delle malformazioni rare che colpiscono l’apparato genitale femminile.

 

Cos’è la sindrome di Rokitansky?

La sindrome di Rokyitansky è una malattia rara, caratterizzata dall’assenza congenita della vagina e dell’utero. Si tratta quindi di donne che nascono senza vagina e utero, ma con ovaie e genitali esterni sviluppati normalmente. Lo sviluppo psico-fisico e lo sviluppo dei caratteri sessuali secondari, quali seno, peluria pubica e conformazione della vulva risulta invece nella norma. Si tratta di una patologia rara che si presenta ogni 4-5mila nate femmine ma, grazie agli sviluppi della medicina, oggi è possibile condurre una vita normale anche con la sindrome di Rokitansky.

 

Quando viene fatta la diagnosi?

La diagnosi di questa malattia avviene quasi sempre durante la pubertà, nel momento in cui non si presentano le prime mestruazioni.

 

Quali sono le cause della sindrome?

Non ci sono cause precise. E’ stata suggerita una dipendenza da alcune alterazioni genetiche ma per la maggior parte dei casi non c’è un riferimento causale preciso.

 

Quali sono le possibilità offerte dal Policlinico?

Scopo dell’équipe del Policlinico è quello di mettere la ragazza nelle condizioni di avere una normale attività sessuale. Esiste infatti la possibilità di ricostruire il canale vaginale tramite un intervento mini-invasivo, condotto in laparoscopia e in via perineale. Si tratta di un intervento in grado di favorire una normale vita di relazione, con un'efficacia ormai consolidata.

 

Qual è l’impatto psicologico dato dalla sindrome?

L’impatto psicologico riguarda soprattutto l’identità femminile della paziente ma è notevole su tutto il nucleo familiare in quanto colpisce nel profondo anche la mamma. E’ dunque essenziale per le ragazze affette dalla Sindrome di Rokitansky e per i familiari richiedere un sostegno psicologico prima e durante il trattamento.

Il Policlinico organizza incontri di gruppo sia per le ragazze che, separatamente, per i genitori proprio per creare uno spazio e un tempo di condivisione in libertà. Inoltre, sono stati attivati percorsi di supporto psicologico personalizzati, con lo scopo di seguire le giovani donne affette da Sindrome di Rokitansky dal momento della diagnosi fino all'eventuale intervento chirurgico ricostruttivo della vagina e del seguente follow-up riabilitativo.

 


Aggiornato alle 14:03 del 18/12/2018