News dal Policlinico

notizia
23/01 2019
Salute e Ricerca

Terapie presenti e future per combattere l’Epatite B. L’esperto risponde

Sono circa 300 milioni le persone che in tutto il mondo sono affette da Epatite B. Una patologia chiamata “killer silenzioso”, perché resta asintomatica fino a quando è troppo tardi per intervenire. Anche in seguito alla guarigione, inoltre, l’infezione può causare una patologia cronica del fegato, con conseguenze gravi come il tumore. Grazie ai progressi scientifici, oggi l’Epatite B è considerata una malattia con cui si può convivere, e i pazienti in terapia hanno una aspettativa di vita pari a chi non ne è mai stato affetto.

Pietro Lampertico, direttore della Gastroenterologia ed Epatologia del Policlinico di Milano, risponde a un paziente sul Corriere della Sera, chiarendo alcuni punti relativi all’Epatite B e alle terapie attualmente disponibili.

Leggi l'intervista su Corriere.it