notizia
11/05 2020
Salute e Ricerca

#Ricerca. Epatite B. Approvato dalla UE un nuovo studio: al team di Epatologia del Policlinico il coordinamento internazionale

— di Monica Cremonesi

13 centri tra Istituti e Università europei parteciperanno per i prossimi 5 anni allo studio clinico IP-cure-B finanziato come progetto Horizon 2020 con un budget di 10 milioni di euro.

L’obiettivo del progetto, finanziato dall’Unione Europea, è quello di sviluppare nuove strategie terapeutiche contro l’infezione da Epatite B cronica (CHB, Chronic Hepatitis B).

Il progetto mira a migliorare le percentuali di guarigione stimolando risposte immunitarie nell’ottica dello sviluppo di un vaccino. I ricercatori studieranno anche biomarcatori immunitari e virali che verranno studiati non solo nel siero dei pazienti ma anche nel tessuto epatico. La combinazione di dati biologici e clinici consentirà di individuare l’efficacia di nuove terapie curative tenuto conto delle diverse manifestazioni della malattia e l’ampia casistica dei pazienti.

Il Policlinico di Milano parteciperà allo studio con il team di Epatologia, diretto dal Prof. Pietro Lampertico, che oltre a contribuire agli studi virologici ed immunologici, coordinerà lo studio clinico per valutare l’effetto della sospensione della terapia antivirale in pazienti trattati con farmaci immunostimolanti.