notizia
17/05 2021
Salute e Ricerca

[17.05.21] Giornata mondiale contro l’ipertensione, nemico silenzioso del cuore

— di Valentina Meschia

Una giornata per ricordare a tutti che l’ipertensione arteriosa è la causa principale di malattie cardiache che possono portare anche a morte. Avere la pressione alta, infatti, aumenta la comparsa di complicanze anche gravi come infarto, scompenso cardiaco, fibrillazione atriale, occlusione delle arterie, rottura dell’aorta, ma anche ictus, malattie renali, diabete e patologie cerebrali.

Nella maggior parte dei casi l’ipertensione non causa disturbi e ci si accorge di avere la pressione alta solo quando ha già provocato danni all’organismo: per questo spesso viene definita come un nemico silenzioso.

"Se avvertite mal di testa o una sensazione di testa pesante, se avete le palpitazioni o vedete come ‘ dei moschini’ davanti agli occhi e vi sentite strani, correte a misurare la pressione, un gesto semplice che può salvare la vita’’, commenta Stefano Carugo, Direttore della Cardiologia del Policlinico di Milano.
 

Segui il messaggio del team della Cardiologia del Policlinico di Milano:

'Fai prevenzione e misura la pressione regolarmente. Puoi farlo a casa, in farmacia o dal tuo medico. Così mantieni in salute il tuo cuore'.


 

Quali sono i valori normali di pressione?
 

La pressione ‘minima’ dovrebbe essere sotto i 90 mmHg e la ‘massima’ sotto i 140 mmHg. Se anche uno solo dei due valori supera la soglia, si parla di ipertensione.
Per valori tra 130 -139 di massima e 85 - 89 di minima si parla di pressione normale-alta, da tenere sotto controllo.

 

CONOSCI LA TUA PRESSIONE ARTERIOSA? Compila il questionario, clicca qui

"Ora si rischia di morire più per l'ipertensione che per il Coronavirus", leggi l'intervista de ilGiornale a Stefano Carugo, clicca qui