Centro di Riferimento

Centro di riferimento per lo studio e il trattamento della Sindrome di Rokitansky e delle anomalie congenite rare dell’apparato genitale femminile

Centro di Riferimento

Il Centro si occupa della diagnosi e del trattamento chirurgico delle malformazioni congenite rare che colpiscono l’apparato genitale femminile.

In particolare, l’équipe è altamente specializzata nella Sindrome di Rokitansky, o Sindrome di Rokitansky-Kuster-Hauser, una condizione presente già alla nascita caratterizzata dall’assenza dell’utero e della vagina.

Le pazienti presentano un normale sviluppo del seno e dei genitali esterni per la presenza delle ovaie e della funzionalità ormonale.

La diagnosi viene generalmente posta durante l’adolescenza, quando le giovani donne si rivolgono agli specialisti per capire la causa della mancata comparsa del flusso mestruale.

Il Centro offre percorsi ad hoc che accompagnano le donne dal momento della diagnosi fino all’eventuale intervento chirurgico ricostruttivo della vagina eseguito con procedure laparoscopiche e perineali mini-invasive, e al seguente follow-up riabilitativo.

Le tecniche messe a punto dall’équipe nel corso di un’esperienza chirurgica unica nel panorama nazionale, hanno permesso la definizione di percorsi su misura per le diverse fasce di età, dalla pubertà all’età adulta.

 

 

Approccio multidisciplinare e supporto psicologico

In alcuni casi le pazienti affette da Sindrome di Rokitansky possono presentare alterazioni di altri apparati come quello renale, scheletrico o cardiaco. Per affrontare ogni tipo di complicanza il Centro dispone di un team multidisciplinare composto da ginecologi, cardiologi, nefrologi e radiologi.  

Se non sono coinvolti altri organi, la Sindrome di Rokitansky non determina problemi di salute, ma l’impossibilità di avere rapporti sessuali per mancanza della vagina e di diventare mamma per assenza dell’utero, possono avere un notevole impatto psicologico sulla giovane donna. Per meglio rispondere alle esigenze della paziente, del partner e dei familiari è previsto un supporto psicologico personalizzato che prevede specifici momenti di incontro e confronto, con attività individuale e di gruppo.

 

 

Correzione di anomalie congenite utero-vaginali

La lunga tradizione chirurgica nel trattamento delle malformazioni genitali femminili permette di affrontare tutte le anomalie utero-vaginali compreso l’utero settato, l’utero didelfo con emivagina imperforata e i diversi tipi di vagina settata.
L’impegno scientifico in questo ambito di ricerca è comprovato dalle numerose pubblicazioni comparse nel corso degli ultimi 30 anni sulle pagine delle più prestigiose riviste ginecologiche internazionali.

Ginecologia
Ambulatori

Clinica Mangiagalli
via della Commenda, 12
Mostra mappa


Mappa Reparto

Aggiornato alle 14:50 del 16/07/2019