Reparto

Allergologia


Segreteria

02 5503.5128
allergologiaprofessionale@policlinico.mi.it
allergologiaambientale@policlinico.mi.it

Medicina del Lavoro - Allergologia Professionale
Ambulatori

Padiglione Devoto
via San Barnaba 8
Mostra mappa


Mappa Reparto

L’attività dell’Unità Operativa di Allergologia si concentra sulla diagnosi e la terapia delle varie forme di allergie.

Le principali allergie trattate sono:

  • Allergia ad inalanti: si tratta di allergeni stagionali come i pollini, e allergeni perenni come acari della polvere, micofiti e derivati epidermici di animali.
  • Allergia alimentare: vengono effettuati test di reazione cutanea con estratti di prodotti industriali e con estratti di alimenti freschi (metodica del Prick+Prick). Anche in questo tipo di allergie può essere effettuata una diagnostica più approfondita con valutazione delle immunoglobuline IgE specifiche per determinati alimenti, e una diagnostica molecolare su campione di sangue del paziente.
  • Asma grave
  • Allergia a farmaci: oltre ad un’accurata anamnesi farmacologica vengono effettuati anche test diagnostici e test per individuare i possibili farmaci da impiegare in alternativa.
  • Orticaria cronica spontanea: oltre ai test diagnostici e alla terapia secondo le linee guida internazionali, si può effettuare anche la terapia con farmaci biologici (siero anti-IgE).
  • Dermatite atopica associata ad allergia

Patologie professionali: si eseguono test cutanei e analisi di laboratorio per gli allergeni tipici degli ambienti di lavoro. Viene effettuata inoltre una valutazione complessa dei prodotti in uso, delle schede tecniche e del ciclo produttivo. Quando indicato, si eseguono test respiratori con sostanze di uso professionale; in alternativa si effettuano monitoraggi del picco di flusso respiratorio in periodo lavorativo ed extra lavorativo, e valutazioni della reattività bronchiale aspecifica in relazione all’esposizione.

  • Diagnosi e terapia delle dermatiti allergiche professionali: si effettuano test epicutanei estemporanei con il materiale inviato dalle aziende in relazione ai prodotti in uso e alla loro possibile allergenicità.

Inoltre, a completamento di un percorso clinico-diagnostico, si provvede alla denuncia di “malattia professionale”.

 

  • Allergia al veleno di imenotteri (api, vespe, calabroni, ecc.): oltre alla diagnostica tradizionale, con i test cutanei per vari tipi di veleno di imenotteri si effettua anche la diagnostica molecolare per meglio indirizzare la diagnosi sull’imenottero pungitore e pertanto evitare degli insuccessi terapeutici. I pazienti vengono inoltre istruiti su come riconoscere e diagnosticare una reazione anafilattica da veleno di imenotteri e come attuare rapidamente la terapia d’urgenza, compreso l’utilizzo dell’autoiniettore di adrenalina. Si effettuano anche le iniezioni di mantenimento dell’immunoterapia per veleno di imenotteri.
  • Mastocitosi sistemica e cutanea: poiché i pazienti affetti da mastocitosi sono a rischio di reazione anafilattica grave, è necessario attuare una accurata anamnesi farmacologica, alimentare e al veleno di imenotteri per valutare i rischi del paziente stesso. L’équipe si occupa inoltre di istruire i pazienti su come riconoscere e diagnosticare una reazione anafilattica e su come attuare rapidamente la terapia d’urgenza, compreso l’utilizzo dell’autoiniettore di adrenalina.

Immunoterapia al veleno degli imenotteri

Dal momento che la fase di induzione dell’immunoterapia per veleno di imenotteri presenta il rischio di scatenare una reazione anafilattica, la procedura si svolge in regime di Macroattività Ambulatoriale Complessa: questo perché in ospedale sono disponibili sia il personale addestrato sia i presidi rianimatori per attuare l’eventuale terapia d’urgenza in caso di shock anafilattico.

  • Allergia alimentare
  • Allergia al veleno di imenotteri
Aggiornato alle 09:12 del 06/07/2018
Aggiornato alle 09:12 del 06/07/2018