News dal Policlinico

notizia
10/05 2019
Salute e Ricerca

#Passaparola. Bronchiettasie: i pazienti incontrano medici, istituzioni ed industria. Partecipa anche tu!

— di Redazione

Le bronchiettasie sono una patologia respiratoria cronica caratterizzata da una dilatazione abnorme e permanente dei bronchi che causa tosse persistente, produzione di catarro costante e infezioni respiratorie frequenti. Dati internazionali hanno evidenziato negli ultimi anni un aumento di questa patologia. Il numero di italiani che hanno questa malattia non è noto, ma stando a dati inglesi ne sono colpite 4-5 persone ogni 1.000.
È una malattia in costante aumento nella popolazione – riportano gli esperti del Policlinico di Milano - e comporta spesso una scarsa qualità di vita. Le cause delle bronchiettasie possono essere genetiche, ma anche acquisite ad esempio a seguito di un’infezione. Ad oggi, non è ancora stato approvato alcun farmaco specifico per la cura di questa patologia”.

Durante la giornata i medici risponderanno alle domande dei pazienti e dei presenti: sarà un'occasione per confrontarsi, discutere e aggiornarsi sulle bronchiettasie.

La collaborazione tra pazienti, industria, enti di ricerca e istituzioni è la chiave per costruire insieme un percorso che possa dare risposte a questa malattia.

Incontro gratuito ad accesso libero fino ad esaurimento dei posti

Scarica il programma

Quando
Sabato 11 maggio 2019, ore 10.00

Dove
Aula Magna, Clinica Mangiagalli
via della Commenda, 10 - Milano

Al Policlinico di Milano è stato sviluppato un “Programma Bronchiettasie” rivolto ai pazienti adulti colpiti da questa patologia, per offrire un percorso di diagnosi e cura personalizzato alla luce delle ultime evidenze scientifiche e in accordo con le linee guida internazionali, in collaborazione con altri centri italiani ed europei.
“Questo approccio – spiega Stefano Aliberti, Responsabile del Programma e professore associato in Malattie dell’apparato respiratorio all’Università degli Studi di Milano - permette di affrontare in maniera più dettagliata gli aspetti essenziali della malattia, tra cui l’identificazione della causa delle bronchiettasie e dei microorganismi responsabili delle frequenti infezioni polmonari. Ci consente inoltre l’impostazione di un programma di fisioterapia respiratoria personalizzato, la programmazione di un percorso di cura multidisciplinare, coinvolgendo ad esempio colleghi otorinolaringoiatri, immunologi, o microbiologi, e la gestione delle complicanze della malattia, tra cui le riacutizzazioni”.