E' nato! Come accudire il neonato



Il momento è arrivato e si va insieme a casa per la prima volta. L'emozione è forte e tutto deve essere pronto per affrontare la vita insieme.


Guarda il video
Video / E' nato! Come accudire il neonato


Una volta dimessa cosa devo fare?

È ora del ritorno a casa e anche in questo caso l'ostetrica ti sarà vicino per fornirti delle informazioni importanti come ad esempio: l'igiene, l'igiene della ferita, l'alimentazione. Inoltre, fin dal primo giorno ti rilascerà il certificato per effettuare la registrazione del bambino. Puoi recarti all'Ufficio Nascite che si trova al piano terra della Clinica Mangiagalli vicino al CUP per effettuare la registrazione del bambino entro 3 giorni qui in Clinica.

Sennò puoi fare la registrazione del bambino entro 10 giorni al Comune di residenza. Segue la residenza della mamma quindi il Comune di residenza della mamma.

Altro certificato che ti sarà rilasciato è il certificato di assistenza al parto e quello che serve al datore di lavoro.

Attenzione questo è l'unico caso dove si viene ricoverati in 1e si viene dimessi in 2. Di conseguenza attenzione alle lettere di dimissione che saranno 2: una tua è una del bambino su ognuna delle quali troverai le informazioni cliniche di riferimento.

 

Ci sono altre visite per il bambino? E per me?

Dopo la dimissione sono previsti alcuni controlli; per il tuo piccolo è prevista una visita di routine a 48/72 ore dalla dimissione.

Successivamente è previsto un controllo di un elettrocardiogramma a distanza di 1 mese. A 3 mesi verrai contattato dalla ATS per iniziare il programma vaccinale.

Per quanto riguarda te, è in programma la visita a 40 giorni dal ginecologo che ti ha seguito in gravidanza.

 

Come affrontiamo il viaggio verso casa?

Per il rientro a casa bisogna organizzarsi anche per il trasporto del neonato. Il codice della strada ci dice che il neonato viaggia in ovetto e contrario al senso di marcia. Sul sito dell'ACI troverete tutte le informazioni utili per il trasporto del vostro bambino in sicurezza.

 

Possiamo fare dei viaggi in auto?

L'arrivo di un neonato non deve stravolgere le abitudini di una coppia. Se siete una coppia che ama viaggiare potete continuare a farlo con le dovute precauzioni.

La posizione ideale del bimbo è nella navicella per i primi 6 mesi perché deve stare sdraiato. Ma viaggiando in macchina deve stare in ovetto contrario al senso di marcia. Pertanto è consigliabile affrontare dei viaggi non lunghissimi facendo delle dovute pause.

 

Si può prendere l’aereo?

Le precauzioni da adottare per i viaggi in aereo o in montagna – cioè dove c'è un problema di altitudine – sono le precauzioni per la protezione della membrana timpanica. Quindi il consiglio è di far deglutire il bambino ad esempio durante il decollo e l'atterraggio.

Un'attenzione che può avere la mamma che allatta è di attaccare il bambino al seno. In ogni modo, farlo deglutire anche offrendogli un biberon.

 

Come faccio una volta a casa a sapere se mangia a sufficienza?

Anche i primi pasti a casa possono far sorgere delle domande: è legittimo non ti preoccupare.
Per sapersi regolare e capire se un bimbo mangia a sufficienza bisogna valutare alcune cose:

- un bimbo allattato al seno deve essere sereno a fine poppata;
- devi valutare che abbia un buon colorito;
- e potresti valutare che bagni almeno 6 pannolini al giorno.

Quello che è importante non è quanto mangia ma quanto cresce. Per fare questa valutazione puoi recarti al Consultorio per effettuare la pesata settimanale dove sarai assistito dai nostri esperti. Recarti al Consultorio significa anche uscire e condividere le tue esperienze anche con altre mamme: anche questo ha la sua importanza.

 

Dove è meglio che dorma?

È bene per il bambino che dorma nel suo lettino o carrozzina in posizione supina senza cuscino con una temperatura tra i 18 e i 20 gradi senza coprirlo troppo.

È importantissimo, e non solo per il bambino, che non ci sia fumo in casa: che non si fumi quindi in casa.

Che non ci siano degli oggetti piccoli o dei pupazzi di peluche vicino alla testa. Ed inoltre che non scivoli sotto le coperte.

È importante anche, se possibile, che dorma in stanza con i genitori per i primi 6 mesi di modo che senta i rumori che sentiva quando era in utero.

 

Posso dargli il ciuccio?

Il ciuccio è sconsigliato solo nei bimbi allattati al seno solo fino a che l'allattamento non è ben avviato.

 

Posso fare il bagnetto?

Il bimbo può essere lavato come avrete modo di imparare al nido durante i giorni di degenza. Una volta a casa potete fare il bagnetto per immersione solo dopo che è avvenuta la caduta del moncone ombelicale che vi dovete aspettare intorno alla decima giornata. Anche per il discorso delle unghiette se si graffia potete anziché tagliarle limarle delicatamente con una limetta di cartone nuova.

 

Ho sentito parlare di baby blues. È la depressione post partum?

Il baby blues è una sorta di tristezza malinconia fisiologica dovuta al drastico cambiamento ormonale che avviene con il parto, cioè al crollo degli estrogeni e del progesterone. Ma dovrebbe svanire nel giro di 10/15 giorni.

Per quanto riguarda la depressione post partum invece occorre una vera e propria diagnosi. Il consiglio è quello di farvi supportare dal vostro compagno e dalle persone che vi stanno più vicine in questo momento. Ed ecco che ancora una volta viene utile recarsi al Consultorio per farsi supportare dalle persone competenti in questo campo.
Inoltre, l'andare in Consultorio implica il prendersi cura di sé: vestirsi, truccarsi. Anche queste azioni possono venire utile in questo periodo un po' critico.


Le prime cure per il neonato

Guarda il video
Video / Le prime cure per il neonato


Il bagnetto

Quando cominciare a fare il bagnetto? Quali sono le posizioni corrette e qual è il momento migliore per farlo? Scopriamolo insieme.


Guarda il video
Video / Il bagnetto, ecco quando e come farlo



Aggiornato alle 12:42 del 02/04/2020