Strumenti per il pediatra e non solo

Schede-val-neuro3


È fondamentale nei primi 3 anni di vita del bambino monitorare la crescita e lo sviluppo per comunicare ai genitori eventuali elementi di fragilità e avviare, se necessario, interventi precoci.

Queste schede permettono allo specialista di identificare tempestivamente le anomalie di sviluppo del bambino, consentendo di:

  • rassicurare i genitori in caso di normalità;
  • fornire indicazioni e soluzioni possibili nei casi di immaturità;
  • coinvolgere  gli specialisti dello sviluppo, al fine di definire il percorso ri-abilitativo più opportuno per il bambino a rischio di disabilità (prematuri, neonati con patologia neurologica, sindromi malformative e malattie rare).   


Scarica la presentazione Scarica le schede

 


 

Come si compilano le schede

 

Attraverso:

  • L’osservazione del comportamento spontaneo.
  • Colloquio con i genitori (anamnesi di sviluppo) circa il comportamento del bambino e le pratiche di accudimento.
  • Sollecitazioni/proposte dell’esaminatore mirate ad ottenere dal bambino risposte motorie o schemi di azione significativi di maturità neurocomportamentale.
  • Motricità (Motricità globale e fine);
  • Relazione (Interazione e Comunicazione);
  • Regolazione (funzione alimentare, ritmi sonno-veglia, controllo sfinterico, maturità emotiva);
  • Funzioni gastroenteriche e cardiorespiratorie, che interferiscono nello sviluppo armonico del bambino,  specie in soggetti prematuri.

Ad ogni fascia di età vengono riportate le competenze e i segni di allarme (indici di possibile disturbo dello sviluppo), che determinano il giudizio di normalità, o necessità di rivalutazione da parte del pediatra o invio allo specialista per una più precisa definizione. È possibile attribuire un punteggio da 0 a 4, secondo l’ICF, come specificato nelle singole schede.

  1. World Health Organization, United Nations Children’s Fund, World Bank Group. Nurturing care for early childhood development: a framework for helping children survive and thrive to transform health and human potential. Geneva, World Health Organization, 2018 (disponibile in versione italiana su www.csbonlus.org ).

  2. Gruppo di lavoro multidisciplinare ACP, AIFI, FIMP, IOPTP, SIF, SINPIA, SIP, promosso da OMS, Ufficio Europeo e da EPA/UNEPSA. Valutazione neuroevolutiva e promozione dello sviluppo psicomotorio 0-3 anni - Documento di consenso (2012). Ed Marina Picca e Monica Pierattelli, I Bilanci di Salute, Tecniche Nuove 2016;153-157

  3. Picciolini O, Gianni ML, Vegni C, Fumagalli M, Mosca F. Usefulness of an early neurofunctional assessment in predicting neurodevelopmental outcome in very low birthweight infants. Arch Dis Child Fetal Neonatal 2006; 91: F111–F117.

  4. Giannì ML, Picciolini O, Vegni C, Gardon L, Fumagalli M, Mosca F, 12-month Neurofunctional Assessment and Cognitive Performance at 36 months of age in ELBW infants, Pediatrics 2007;120;1012-1019).

  5. Tamburlini G, Alushaj A, Flaugnacco E, Gerarduzzi T. Sviluppo precoce del bambino e Pediatria dello sviluppo. Medico e Bambino 2016;35(6):365-72.

  6. O. Picciolini, R. Montirosso, M. Porro, ML. Giannì, F. Mosca, Neurofunctional assessment at term equiva-lent age can predict 3-year neurodevelopmental outcomes in very low birth weight infants, Acta Paedi-atr. 2016 Feb;105(2):e47-53.

  7. Ertem IO. The international Guide for Monitoring Child Development. Early Childhood Matters. Bernard van Leer Publicatıons 2017:83-9.

  8. Ozturk Ertem I, Krishnamurthy V, Mulaudzi MC, Sguassero Y, Bilik B, Srinivasan R et al. Validation of the International Guide for Monitoring Child Development demonstrates good sensitivity and specificity in four diverse countries. Acta Paediatr. 2018, Nov 25.

  9. G.Tamburlini, I Ertem, Guide for Monitoring Child Development Uno strumento essenziale per le cure primarie pediatriche, Medico e Bambino 2018;37:2

  10. M Doria, A Gulino, D Prosperi, C Rachele, Il ruolo del pediatra di famiglia nel processo di riconoscimento precoce dei disturbi del neurosviluppo, Documento FIMP luglio 2017

  11. Utilizzo della valutazione neurofunzionale nel bambino prematuro e a rischio neurologico, PT.25.780, Fondazione IRCCS Ca’Granda Ospedale Maggiore Policlinico, 13/10/2017, pp 1-10 e all.  

Sono stati, inoltre, un riferimento nella costruzione dello strumento:

  • i Corsi sulla valutazione neurofunzionale tenuti presso il Policlinico nel 2016, 2017 e 2018 (documenti disponibili)  

  • i Gruppi di Formazione tra pediatri di base e Servizio di Follow-up del bambino a rischio neurologico, Policlinico (novembre 2016- novembre 2018).

Compila il form per ricevere le schede 

 

*:
*:
*:
*:
*:
*:
:
:

Informativa trattamento dati personali
Informiamo che i dati raccolti con la compilazione del presente modulo vengono trattati dalla Fondazione IRCCS Ca' Granda Ospedale Maggiore Policlinico, per poter inviare il contenuto richiesto ed essere eventualmente ricontattato.

Informativa trattamento dati personali per Newsletter

* Campi obbligatori


Coordinatori:
Odoardo Picciolini - Dipartimento Donna, Bambino e Neonato- Fondazione IRCCS Ca’ GrandaOspedale Maggiore Policlinico, Milano
Marina Picca - Pediatra di Famiglia,  Presidente SICuPP Lombardia - Società Italiana delle Cure Primarie Pediatriche Lombardia

Gruppo di lavoro:
Paola M. Gallia, Roberto Marinello, Angela A. Mezzopane, Marina PiccaAnna Rita Russo, Patrizia Tagliabue
Pediatri di Famiglia,  SICuPP Lombardia - Società Italiana delle Cure Primarie Pediatriche Lombardia

Aggiornato alle 16:09 del 02/05/2019