mission


"Trasferire innovazione all’assistenza sanitaria,
creare valore per il futuro della Ricerca Medica"



La tutela della proprietà intellettuale risponde al doppio fine di proteggere in maniera adeguata il frutto della ricerca traslazionale innovativa e di offrire un mezzo per condividere e sviluppare le proprie invenzioni in partnership con imprese o altri centri di ricerca.

L’idea alla base del sistema brevettuale è che tale strumento venga utilizzato dagli enti che fanno ricerca per supportare l’innovazione e la crescita, con il fine ultimo di migliorare la qualità della vita, a beneficio di tutti.

Il brevetto viene dunque richiesto non per collezionare le conoscenze, ma per trasferirle e svilupparle in applicazioni industriali a beneficio della comunità. Il processo d’innovazione si misura infatti attraverso la valutazione dell’interesse suscitato dai brevetti e dalle loro prospettive di utilizzo. Promuovere il ricorso alla brevettazione e al trasferimento tecnologico costituisce inoltre un incentivo per motivare e finalizzare il lavoro dei ricercatori e può offrire un’opportunità per attrarre nuove risorse economiche.

L’obiettivo finale è un Ente sempre meno condizionato a fonti di finanziamento di terze parti, ma capace di finanziare i propri progetti di ricerca attraverso lo sviluppo e la tutela delle invenzioni ottenute con il lavoro dei propri ricercatori.


Non è mai troppo presto per iniziare a pensare ai Diritti di Proprietà Intellettuale