Il Policlinico è anche...

Arte e Beni Culturali

La storia del Policlinico affianca ai grandi luminari della medicina anche la vocazione di artisti che dal 1456 hanno arricchito la storia dell’ospedale con donazioni di opere dal valore inestimabile. L’archivio storico custodisce lettere firmate da Napoleone e Leopardi, la collezione di opere d’arte comprende eccezionali dipinti di Segantini, Hayez e Carrà, inseriti in un complesso che include anche una delle Biblioteche Storiche di Medicina tra le più grandi d’Europa. Grazie alla passione e all’amore per l’arte e la cultura, il Policlinico organizza mostre, eventi e convegni per valorizzare e far conoscere al pubblico i grandi tesori custoditi, evidenza dell’amore dei benefattori verso il nostro Ospedale.

Beni Culturali

 

Palazzo Uffici
Via Francesco Sforza 28
02.5503.8278 - 6626

Staff

 

Responsabile: Paolo Galimberti
Maria Luisa Brambilla
Simona Grechi
Enzo Palacino
Angelo Sabaini

 

Patrimonio immobiliare

Il Policlinico possiede 1390 unità immobiliari in 65 stabili, di cui 44 di intera proprietà. Si tratta di oltre 110mila metri quadri abitabili, per un valore di circa 350 milioni di euro.

Nel 2014 l’ospedale ha realizzato un Fondo immobiliare di Social Housing per finanziare la costruzione del Nuovo Ospedale attraverso la valorizzazione etica del proprio patrimonio immobiliare. Il Policlinico diventa così di fatto il primo esempio di ospedale pubblico in Italia a riqualificare interamente la propria struttura utilizzando fondi propri: dei circa 200 milioni di euro necessari a coprire le spese per la realizzazione del nuovo Ospedale, 105 milioni sono già stati ottenuti vendendo quote del Fondo a Cassa Depositi e Prestiti; gli altri 95 milioni saranno ricavati nei prossimi anni con la valorizzazione e la vendita di una parte degli immobili, a opera della Società di Gestione del Risparmio che gestisce il Fondo stesso.

Visita il sito del Fondo Ca' Granda

 

Patrimonio rurale

Il Policlinico è il più grande proprietario terriero della Lombardia in quanto possiede oltre 85 milioni di metri quadri di terreno. Su questi terreni sono presenti quasi 100 cascine costituite da oltre 2000 unità immobiliari dal valore complessivo i circa 600 milioni di euro. Il Policlinico può inoltre vantare uno degli edifici storici più apprezzati della Lombardia: l’Abbazia di Mirasole.

Per gestire queste proprietà l’ospedale ha creato la Fondazione Sviluppo Ca’Granda, ente senza scopo di lucro che ha il compito di valorizzare il patrimonio rurale. In questo modo il Policlinico può utilizzare i ricavi per finanziare la propria ricerca scientifica e sanitaria. Tra i progetti attivi c’è quello che punta alla creazione di una filiera corta di diversi prodotti alimentari, come riso e latte, in modo da portare cibi certificati a “marchio Policlinico” non solo sulle tavole dei cittadini, ma anche e soprattutto al letto dei pazienti.

Visita il sito di Fondazione e Sviluppo Ca’Granda


Aggiornato alle 11:54 del 17/10/2017