Reparto

Neonatologia e Terapia Intensiva Neonatale


Segreteria

02 5503.2907

Clinica Mangiagalli, Piano T. via Della Commenda 12
Neonatologia e Terapia Intensiva Neonatale - Nido
Degenze

02 5503.2404

Clinica Mangiagalli
Via Della Commenda 12
Mostra mappa


Mappa Reparto

Neonatologia e Terapia Intensiva Neonatale - Nido Solventi
Degenze

02 5503.2404

Clinica Mangiagalli
Via Della Commenda 12
Mostra mappa


Mappa Reparto

Terapia Intensiva Neonatale
Degenze

02 5503.2313 - 2310

Clinica Mangiagalli
Via Della Commenda 12
Mostra mappa


Mappa Reparto

Informazioni sui ricoveri e orari di visita

Orario di colloquio con i medici:

  • Terapia Intensiva e Nido: colloquio giornaliero al letto del paziente
  • Terapia Intermedia: Lun, Mer e Ven: 14.30 - 15.30

La Neonatologia e Terapia Intensiva Neonatale della Clinica Mangiagalli del Policlinico di Milano è la più grande d’Italia e tra le prime quattro più importanti d’Europa. L’équipe è in grado di fornire assistenza e cure specializzate a mamma e bambino al momento del partoe durante il periodo di degenza al Nido o in Terapia Intensiva. L’obiettivo principale dei medici è assicurare ai nuovi nati una cura personalizzata che garantisca il loro benessere.

Prematuri e multidisciplinarietà
L’alta specializzazione dei medici permette di affrontare anche parti complessi e di fornire un trattamento adeguato ai nati prematuri e ai “bimbi piuma”, così chiamati quando non superano i 750 grammi. Ogni anno sono gestite la nascita e le cure per circa 1.000 neonati con problemi, di cui 150 bimbi sotto 1,5 kg di peso. L’Unità Operativa si avvale delle più moderne e sofisticate tecnologiche e della collaborazione di differenti équipe del Policlinico come la Chirurgia Pediatrica, la Gastroenterologia, la Neurologia e la Cardiologia. L’approccio multidisciplinare consente di trattare e dare una adeguata assistenza a neonati con età gestazionale inferiore alle 32 settimane e sotto i 1000 grammi che presentano difficoltà respiratoria, problemi ematologici, aritmie, patologie endocrino-metaboliche o che hanno subito interventi chirurgici. Vengono utilizzate metodiche diagnostiche e terapeutiche avanzate, quali l’ecografia bidimensionale, doppler e color-doppler; l’ossigenazione extracorporea (ECMO) e la valutazione computerizzata della meccanica polmonare e dell’attività elettrica cerebrale. Inoltre, per rispondere alle esigenze di ogni bambino e dei loro genitori, la Neonatologia dispone di un centro per la Nutrizione Neonatale, un’area per la Riabilitazione Motoria, un percorso di Consulenza Psicologica e un Nidoche può ospitare fino a 45 culle.

Allattamento al seno e Banca del latte
Sono attivi percorsi specifici che accompagnano la donna dalla gravidanza al parto. Grande attenzione è data alla promozione e sostegno dell’allattamento al seno sulla base dei principi sostenuti dall’Organizzazione Mondiale della Sanità e dell’UNICEF. Le neomamme, dopo essere state informate dei vantaggi derivanti dell’allattamento al seno, possono contare sull’appoggio di uno staff specializzato che insegna loro come mantenere la produzione di latte e capire quando il bambino è pronto a poppare. Se non sono presenti complicazioni, subito dopo la nascita i neonati vengono messi a contatto pelle a pelle con la mamma, per favorire il legame madre-figlio e iniziare a conoscersi. Inoltre, durante la permanenza in ospedale il neonato non viene separato dalla mamma, ma sistemato nella stessa stanza (rooming-in) in modo che possano stare insieme 24 ore su 24. Non sempre i neonati possono fare affidamento sul latte materno, fondamentale per ridurre il pericolo di infezioni, ottimizzare lo sviluppo neuro-cognitivo, minimizzare i rischi di complicanze dell’apparato digerente e respiratorio, e prevenire l’insorgenza di intolleranze alimentari; per tali ragioni è stata istituita la Banca del Latte che permette di nutrire in maniera naturale non solo i nati prematuri del Policlinico, ma anche di altri ospedali.

Tecnologia innovativa
I reparti di Terapia Intensiva e Terapia Intermedia sono dotate di strumentazione all’avanguardia per garantire ai nuovi nati il trattamento più adeguato. I genitori possono consultare in tempo reale, le principali informazioni cliniche del proprio bambino tramite un i-Pad. La preparazione delle terapie, in particolare, è automatizzata grazie a un “robot” (chiamato IV Station) che è in grado di preparare le infusioni endovenose in condizione di perfetta sterilità, in modo preciso, sicuro e rapido. Questo rende possibile somministrare cure “su misura” in base alla storia clinica del bambino e permette allo staff di dedicare maggior tempo sia al neonato sia alla famiglia secondo i principi di umanizzazione della terapia. La cartella clinica è completamente informatizzata e l’aggiornamento dei dati clinici dei piccoli pazienti, come peso, parametri monitorati, esami effettuati e terapie somministrate, avviene in tempo reale eliminando possibili erroriterapeutici.

Family room e area relax
Per consentire ai genitori di soggiornare in reparto giorno e notte stando accanto al loro bambino, in particolare in caso di lunghi ricoveri, sono presenti particolari stanze con comode poltrone, divani e riviste, dotate anche di frigorifero, microonde e cucina attrezzata. Mamma e papà possono rafforzare il loro legame con il proprio bambino e allo stesso tempo accudendolo possono fare le “prove generali” prima del ritorno a casa.

Follow up e screening
Non va poi dimenticata l’attuazione di programmi di prevenzione e di screening che i medici effettuano prima e dopo la dimissione per assicurarsi che il neonato stia bene e possa andare a casa con i suoi genitori.
La Neonatologia è anche in grado di fornire un ampio ventaglio di prestazioni sia per fare diagnosi sia per intervenire direttamente su un problema specifico potendo contare su attività differenti come il Day Hospital, il servizio prelievi, il trattamento delle infezioni congenite, da Toxoplasmosi e da Citomegalovirus, e delle patologie endocrine, polmonari, cerebrali e gastroenteriche.

Trasporto Neonatale d’Emergenza
La presenza di una ambulanza con una culla appositamente attrezzata per il Trasporto Neonatale d’Emergenza consente di affrontare anche situazioni critiche. La Terapia Intensiva Neonatale del Policlinico è stata identificata da Regione Lombardia come centro di riferimento nell’ambito del Sistema di Trasporto d’Emergenza Neonatale (STEN).

Culla per la vita
Per tutelare la vita di ogni bambino, si ricorda che è possibile partorire in ospedale in completo anonimato senza riconoscere il neonato e che è attivo il servizio “Culla per la vita”, una struttura posta all’ingresso della Clinica Mangiagalli, in cui il bimbo può essere lasciato in completa sicurezza e anonimia.

Infine, l’Unità ha un importante ruolo di sorveglianza e monitoraggio delle infezioni ospedaliere nei neonati e della presenza di malformazioni alla nascita; ogni nuovo caso viene annotato in specifici registri che saranno utilizzati livello regionale, nazionale e internazionale per studi epidemiologici.

  • Patologie correlate alla prematurità
  • Patologie sindromiche e malformative congenite
  • Patologie respiratorie, cardiologiche, neurologiche, infettivologiche, ematologiche, nutrizionali, nefrologiche, urologiche, chirurgiche, metaboliche, dermatologiche, oculistiche e ortopediche del neonato
Aggiornato alle 11:10 del 30/10/2017
Aggiornato alle 11:10 del 30/10/2017
18/11 2017

Latte per i prematuri: donatrici generose premiate alla Mangiagalli

La cerimonia in occasione della Giornata Internazionale del Prematuro, il 17 novembre. Primo bilancio del servizio di raccolta "Human Milk Link" apripista per l'Italia. Nel nostro Paese la raccolta copre solo un terzo del...

notizia
23/10 2017

Al Policlinico un 'Corso di laurea amico dell’allattamento' riconosciuto dall'UNICEF

Il Corso di laurea in Infermieristica Pediatrica dell’Università degli Studi di Milano, che si svolge nella Fondazione Ca’ Granda Policlinico, ha ricevuto dall'UNICEF Italia il...

notizia
06/07 2017

Nasce a Milano, a 1.000 km da casa, per una malattia congenita. Ora un aereo militare la restituisce ai suoi cari

  Era ricoverata già da 6 mesi, a quasi 1.000 km lontano da casa. Ora una bimba, che sin dalla nascita era curata nella Terapia Intensiva Neonatale del Policlinico di Milano per una grave patologia congenita,...

notizia
02/05 2017

La luce per monitorare il cervello dei prematuri e prevenire danni: la sperimentazione del Policlinico di Milano

Diminuire il rischio di danni cerebrali nei neonati prematuri monitorando l’ossigenazione e la regolarità del flusso sanguigno. Il tutto attraverso l’utilizzo della luce. E’ questo il risultato...

notizia
28/12 2016

Un miracolo di Natale per un ‘bambino piuma’ al Policlinico di Milano

Pesa solo 750 grammi, operato nella notte del 25 dicembre. Ora sta bene       Un bimbo molto prematuro, che pesa soli 750 grammi, è stato operato con successo alla Fondazione Ca’ Granda Policlinico...

notizia
15/11 2016

Giornata Mondiale della Prematurità, una mostra illustrata a sostegno della Mangiagalli

In occasione della Giornata Mondiale della Prematurità, che si celebra il 17 novembre, il Policlinico di Milano aderisce promuovendo “Lettere alla vita”, un viaggio attraverso le parole del Festival delle Lettere e le immagini di...

notizia
08/04 2016

Al Policlinico una Banca del Latte Materno per dare una speranza in più ai bimbi prematuri

Realizzata grazie al contributo di Esselunga e dei suoi clienti, permetterà di ridurre infezioni e altre patologie, e affiancherà la Terapia Intensiva Neonatale della Clinica Mangiagalli, la più grande d’Italia     Ci sono bambini che nascono...

notizia
21/01 2014

BabyLux, una tecnica innovativa che rileverà con precisione l’ossigeno nel cervello nei neonati prematuri

Il progetto, partito a gennaio 2014, avrà una durata di 3 anni, alla fine dei quali ci sarà una fase di sperimentazione. L’obiettivo è di ridurre dal 25% al 20% i casi di danni celebrali...

notizia