Audiologia Infantile < 1 anno
02 5503.3936
Ambulatorio - via Pace, 9
Lun – Ven: 10.00 - 11.00 / 14.00 - 15.00

Valutazione e rieducazione logopedica per sordità
02 5503.5216
Lun – Ven: 10.00 - 11.00 / 14.00 - 15.00

 

Segreteria

02 5503.3922 - 3921
audiologia@policlinico.mi.it

Palazzina Bertarelli, piano terra - via Pace, 9
Audiologia
Degenze

02 5503.2529

Padiglione Monteggia
Via F. Sforza 35
Mostra mappa


Mappa Reparto

Audiologia
Degenze

02 5503.2529

Pediatrica

Padiglione Alfieri
Via Commenda 10
Mostra mappa


Mappa Reparto

L’Audiologia del Policlinico di Milano si occupa della diagnosi e del trattamento dei disturbi dell’udito dal bambino all’adulto. L’alta specializzazione dell’équipe consente di affrontare i diversi tipi di sordità, i disturbi dell’equilibrio e gli acufeni, e di eseguire interventi di microchirurgia dell’orecchio medio. L’Unità Operativa di Audiologia è presente nel Policlinico di Milano dal 1969, anno in cui si separò dalla specialità di Otorinolaringoiatria ad opera del Prof. Massimo Del Bo, il quale intuì, sull’impronta dei paesi del Nord Europa, l’importanza di affrontare i problemi della sordità e della sua riabilitazione.

 

La sordità infantile

La diagnosi della sordità infantile si avvale di tecniche all’avanguardia come potenziali evocati acustici a livello del tronco e della corteccia, otoemissioni acustiche e impedenzometria. L’alta formazione dei medici e dei tecnici di audiometria consente di effettuare le indagini diagnostiche anche in neonati e bambini di pochi mesi. Le principali cause di sordità infantile sono di tipo Genetico o infettivo da Citomegalovirus (CMV). Sono attivi percorsi personalizzati dove particolare importanza è data alla fase riabilitativa, basata sull’utilizzo precocissimo degli apparecchi acustici digitali supportati dall’abilitazione logopedica.  Tra i primi in Italia, già dal 1992, l’Unità Operativa di Audiologia  ha applicato la tecnologia dell’impianto cocleare, per il trattamento  risolutivo dei casi di sordità grave-profonda nel bambino di pochi mesi. Attualmente i bambini, precocemente diagnosticati grazie ai programmi di screening uditivo neonatale universale, effettuano, quando necessario, l’impianto cocleare bilaterale simultaneo (nella stessa seduta operatoria) intorno all’anno di età, quando l’utilizzo dell’apparecchio acustico non fornisce risultati significativi sul piano della comunicazione verbale e dell’apprendimento linguistico. Questo precoce approccio, supportato dall’impegno di logopedisti e audiometristi, permette un ottimo sviluppo del linguaggio nel bambino che può così condurre una vita sociale ed un percorso  scolastico normale.

 

La sordità nell'adulto

Gli adulti ipoacusici con grave difficoltà nella comprensione del parlato, non più compensabile con l’apparecchio acustico convenzionale, beneficiano dell’impianto cocleare, il quale fornisce risultati molto brillanti e particolarmente vantaggiosi, risolvendo sia la difficoltà comunicativa che la situazione di depressione, ansia ed insicurezza ad essa correlata. Il paziente candidato per impianto cocleare viene valutato in un percorso diagnostico che comprende:

  • Visita Audiologica
  • Esame audiometrico tonale e vocale con e senza apparecchi acustici
  • Valutazione percettiva logopedica
  • Valutazione psicologica
  • Test di stimolazione elettrica del nervo acustico al promontorio (per i pazienti con lunga deprivazione uditiva)
  • Valutazione vestibolare
  • Imaging con TAC ad alta risoluzione ed Risonanza Magnetica con apparecchiatura da 3 Tesla

L’intervento viene effettuato in collaborazione con gli specialisti dells Neuroradiologia del Policlinico, mediante tomografia computerizzata flat panel cone beam.

 

La sordità nell'anziano

Il team è impegnato nel trattamento della sordità neurosensoriale nel paziente anziano, patologia in crescita con l’aumentare dell’età. Vengono valutate le cause di presbiacusia e la terapia medica e audio-protesica adeguata, accompagnando il paziente a trovare la soluzione personalizzata più adatta alle proprie esigenze e al proprio stile di vita.

 

La sordità improvvisa

È una patologia molto frequente che esordisce con un calo rapidissimo della funzionalità uditiva, accompagnato da acufeni e talora vertigini. Può avere origine infiammatoria, infettiva, vascolare, degenerativa e tumorale. La diagnosi tempestiva, effettuata in collaborazione con il team della Neuroradiologia del Policlinico, consente di attivare un adeguato trattamento terapeutico.

 

Chirurgia dell’orecchio medio

L’équipe è specializzata in intereventi di microchirurgia come il drenaggio trans-timpanico, la stapedoplastica, la miringoplastica, la timpanoplastica e la petrosectomia. Tali procedure consentono di trattare la patologia funzionale dell’orecchio medio come ad esempio l’otosclerosi e le problematiche conseguenti a processi infiammatori ricorrenti e cronici come otiti semplici e colesteatomatose.

 

Acufeni

Gli acufeni sono una condizione molta diffusa nella popolazione generale, non si tratta di una patologia, ma di un sintomo di una sofferenza delle strutture dell’orecchio interno o delle vie uditive. I pazienti vengono sottoposti ad una accurata diagnosi audiologica per evidenziare la causa di tale sintomatologia. Sono attivi percorsi riabilitativi basati su attività di counseling e di TRT  (Tinnus Retrain Terapy), per ripristinare il corretto funzionamento del sistema uditivo e attenuare o risolvere il tintinnio.

 

Disturbi dell’equilibrio

La sezione di vestibologia, dotata di apparecchiature moderne per la diagnosi, affronta tutte le patologie dell’equilibrio, attuando terapie specifiche di ordine medico, chirurgico e riabilitativo. Presso l’Unità Operativa è presente una palestra utilizzata per effettuare i trattamenti riabilitativi della vertigine. Particolare impegno è dedicato allo studio ed alla terapia della sindrome di Ménière nonché delle numerose  forme ad essa assimilabili.

  • Sordità (adulti e bambini)
  • Presbiacusia
  • Acufeni
  • Vertigini
  • Malattia di Menière
  • Sordità profonda (applicazione impianto cocleare in bambini e adulti)
  • Chirurgia funzionale dell’orecchio medio
  • Sindrome di Stickler

Partnership con l'Università degli Studi di Milano
La unità operativa di Audiologia è sede della Scuola  di specializzazione in Audiologia e Foniatria dell’Università degli Studi di Milano, dei due corsi di laurea triennale in Tecniche Audiometriche e Tecniche Audioprotesiche e del tirocinio per gli studenti iscritti al corso di laurea in Logopedia e in Medicina e Chirurgia. Particolare attenzione è data al loro studio e per quanto riguarda le cause genetiche la ricerca ha portato alla possibilità di analizzare in un unico pannello oltre 80 geni responsabili singolarmente o interattivamente di moltissime forme di ipoacusia; per quanto riguarda il CMV, che può agire, nel caso di infezione congenita, non solo alla nascita o negli ultimi mesi di gravidanza, bensì manifestandosi clinicamente anche nei primi anni di vita, è molto importante identificare la presenza del DNA virale nel sangue del bambino alla nascita. Ciò è possibile grazie all’analisi del sangue raccolto alla nascita sulla Guthrie card.

 

Aggiornato alle 09:06 del 31/10/2017
Aggiornato alle 09:06 del 31/10/2017