I PROGETTI DELLA FONDAZIONE OSPEDALE MAGGIORE
POLICLINICO, MANGIAGALLI E REGINA ELENA

Il Ministero della Salute, la Regione Lombardia, il Comune di Milano, l'Ospedale Maggiore e l'Azienda Ospedaliera Istituti Clinici di Perfezionamento in data 5 dicembre 2004 hanno modificato l'accordo di programma per la riqualificazione dell'area, definendo i progetti per i diversi padiglioni. Entro 6 anni l'area assumerà un nuovo volto più consono ad un moderno ospedale situato nel centro storico di Milano. Esigenze urbanistiche (trasporti, percorsi pedonali, arredo urbano), edilizie (integrale ristrutturazione dei padiglioni) e sanitarie (moderne attrezzature, accoglienza per i degenti e adeguati luoghi di ricerca) saranno interpretati dalla grande architettura grazie ad un concorso internazionale di progettazione che dovrà scegliere il progettista "regista" delle diverse funzioni urbane. L'articolato programma di interventi sarà periodicamente aggiornato su questo sito per osservare i cambiamenti in "tempo reale".

Padiglione Guardia-Pasini
L'attuale Pronto Soccorso diverrà un moderno "dipartimento di emergenza e urgenza" grazie ad una ristrutturazione completa con ampliamento. Sono previste sale operatorie, terapie intensive, laboratori e radiologie dedicate, degenze a due posti letto, una nuova area per il pronto soccorso. Attualmente è stato redatto il progetto preliminare.

Padiglione Bosisio
Grazie al posizionamento strategico (entrata principale dell'ospedale da via Francesco Sforza) vi saranno collocate funzioni non sanitarie dedicate all'accoglienza ed all'informazione.

Padiglione convitto infermiere "Invernizzi"
E' stato destinato ad accogliere l'attività di ricerca dell'Istituto Nazionale di Genetica Molecolare previa totale ristrutturazione.

Padiglione Marangoni
Edificio vincolato dalla Soprintendenza Beni Architettonici ed Ambientali per particolare pregio storico ed architettonico. E' previsto il mantenimento delle funzioni attuali.

Padiglione Sacco - Lavori ultimati
E' stato oggetto di recente ristrutturazione (terminata nel dicembre 2004) ospita oggi attività di cardiologia (con unità coronarica) e broncopneumologia in stanze di degenza a due posti letto con laboratori ed ambulatori.

Padiglione Granelli
Sono ancora in corso una serie di interventi di ristrutturazione mantenendo le destinazioni attuali.

Padiglione Monteggia - Ricostruzione in corso
Il padiglione diventerà sede del polo chirurgico capo-collo con nuove sale operatorie, nuove apparecchiature diagnostiche, ambulatori, stanze di degenza a due posti letto, terapie intensive e studi medici. La struttura che non si adatta alla moderna chirurgia, sarà completamente demolita e ricostruita.

Padiglione convitto Suore - Lavori ultimati
E' stato oggetto di recente ristrutturazione (terminata nel 2004) per ospitare la direzione medica di presidio, il polo scientifico e il nuovo sportello bancario.

Padiglione Lamarmora
Grazie alla dislocazione sulla via Lamarmora è sede di attività ambulatoriali, garantendo l'accesso da entrata dedicata per i pazienti esterni all'ospedale (outpatients); è stato ristrutturato negli anni precedenti.

Padiglione Zonda - Lavori ultimati
E' stato oggetto di recente ristrutturazione (terminata nel 2004) con quattro moderne sale chirurgiche dedicate ai trapianti.

Padiglioni Ponti, Moneta, Beretta Neuro, Beretta Est
Tra i padiglioni più antichi dell'attuale sede dell'ospedale, successivamente ampliati e modificati, non rispondono alle esigenze dell'attuale sanità. Saranno demoliti per lasciare spazio alla nuova costruzione con attività dedicate alla donna ed al bambino (materno-infantile) attualmente presenti nei padiglioni Mangiagalli, De Marchi e Regina Elena. E' previsto un concorso internazionale di progettazione.

Padiglione Litta
Primo padiglione costruito nell'attuale area dell'ospedale (1895), riveste carattere di interesse storico-architettonico. Sarà destinato ad ospitare attività non sanitarie di supporto all'ospedale.

Aula Borghi
I lavori di manutenzione prevedono la riconversione dei locali per ospitare il nuovo Stabilimento Utilizzatore, gli uffici e un laboratorio dell'Ingegneria Clinica e alcuni uffici dell'Informatica

Officina, dispensa e Farmacia
I fabbricati saranno demoliti per una nuova costruzione adatta ad ospitare le attività mediche (polo medico).

Padiglione Cesarina Riva - Lavori ultimati
E' stato oggetto di recente ristrutturazione (terminata nel 2006).

Ex mensa
E' prevista la demolizione per la realizzazione di fabbricati da destinare alla dialisi, all'anatomia patologica ed al servizio mortuario. La vicinanza alla piazza umanitaria ne consiglia un accesso dedicato da questa.

Area di via Pace
Le attività sanitarie saranno collocate nell'area Sforza - Lamarmora - Commenda per lasciare spazio all'attività di studio e ricerca.

Anatomia Patologica via Sforza
Stabile non di proprietà dell'Ospedale Maggiore; il servizio mortuario sarà spostato in un nuovo fabbricato da realizzare sul terreno dell'ex mensa in via Commenda.

Centro del Gusto e della Salute
Un progetto di educazione, formazione e ricerca alimentare che troverà sede nel complesso dell'Abbazia di Mirasole.

 Ultimo aggiornamento: 23 luglio 2007 << Torna indietro