CLINICA PEDIATRICA DE MARCHI
Via Commenda, 9 ( mappa )

Dopo la fondazione della Clinica Ostetrico-ginecologica Mangiagalli nel 1906, il prof. Luigi Mangiagalli, ideatore e creatore di questi Istituti, auspicava il sorgere in Milano di una Clinica Pediatrica, quale centro animatore di scienza e di umanità, asilo e scuola, contro l'elevata mortalità infantile che giustamente, come ebbe a dimostrare l'esperienza, poteva trovare uno dei rimedi in una migliore e più estesa educazione ed esperienza del medico in merito alle malattie dell'infanzia. Convinta della bontà di questa idea, Adelina De Marchi, offrì i mezzi necessari perché potesse tradursi in realtà. Sorse così, annessa agli Istituti Clini di Perfezionamento, la Clinica Pediatrica che la benemerita fondatrice volle dedicare alla memoria dei suoi genitori, Giuditta e Demetrio De Marchi.
La Clinica Pediatrica Giuditta e Demetrio De Marchi è stata inaugurata solennemente il 28 novembre 1915. Essa sorge in Via Commenda, di fronte ai padiglioni della Clinica ostetrico-ginecologica Luigi Mangiagalli. Ha per compito lo studio clinico e l'assistenza ai bambini ammalati, dalla nascita sino all'ottavo anno di età. È fondata anche allo scopo di consentire ai laureati in medicina e chirurgia di perfezionarsi nello studio dell'igiene e patologia dell'Infanzia.
Dal 1924, pur continuando ad essere gestita dagli Istituti Clinici di Perfezionamento, è stata annessa per la parte didattica all'Università di Milano. Per quasi 50 anni la Clinica De Marchi è stata l'unica sede di insegnamento universitario della pediatria a Milano, e cioè fino a quando, con la politica dei cinque poli universitari, sono state create cliniche pediatriche universitarie in altre strutture sanitarie milanesi.

Il 13 dicembre 2005 è stato inaugurato presso la Clinica De Marchi il nuovo Pronto Soccorso Pediatrico della Fondazione Ospedale Maggiore Policlinico, Mangiagalli e Regina Elena, reso possibile da un importante contributo della Fondazione Milan e dell'Associazione per il Bambino Nefropatico. Il nuovo Pronto Soccorso Pediatrico dispone di un'area di circa 600 metri quadri, quattro volte più grande della vecchia struttura, con un percorso dedicato ai bambini con patologie più gravi, un'area attrezzata per l'osservazione breve intensiva e la stabilizzazione dei piccoli pazienti, un'area per i piccoli interventi ed una sala d'attesa per i parenti.

La nuova struttura rappresenta un punto di riferimento per le patologie pediatriche acute e per le patologie croniche riacutizzate tra cui le malattie renali, i trapianti di rene e di fegato. Inoltre è stata indicata come centro regionale di riferimento per la fibrosi cistica.
L'integrazione funzionale tra il Pronto Soccorso, la rianimazione, il servizio di emodialisi e nefrologia, la chirurgia, la neurochirurgia e la diagnostica permettono di affrontare tutte le problematiche connesse all'area dell'emergenza-urgenza pediatrica.
La nuova struttura è stata realizzata grazie al contribuito di 745.000 euro della Fondazione Milan, coinvolta grazie all'iniziativa dell'Associazione per il Bambino Nefropatico che, a sua volta, ha donato 200.000 euro. Hanno, inoltre, contribuito con donazioni di arredi, strumenti tecnologici, computer la Cesana SpA, la Fondazione Fondiaria SAI, il Gruppo Filo Diretto, la Ing. Castaldi Illuminazione, il Rotary Club Milano Fiera, lo Studio Arch. Gino Tamini.


In questo padiglione sono presenti le seguenti Unità Operative:
- U.O. Pediatria 1
- U.O. Pediatria 2
- U.O. Pediatria 3 - Centro Regionale Fibrosi Cistica
- U.O. Pediatria 5 - Pediatria ad Orientamento Urgenza e Emergenza
- U.O. Nefrologia e Dialisi Pediatrica
- U.O. Anestesia e Rianimazione Pediatrica

 Ultimo aggiornamento: 03 agosto 2009 << Torna indietro