News dal Policlinico

31/10 2012
Cultura

I privilegi di sovrani e imperatori in mostra all’Abbazia di Morimondo

— di Redazione

“Enrico VI imperatore, notificando di aver preso il monastero di Morimondo sotto la sua protezione, concede al medesimo libertà di transito su tutte le terre dell’impero, con l’esenzione da ogni dazio o pedaggio”: dispone così il testo del Diploma emanato dall’imperatore Enrico VI, datato 4 giugno 1195, uno dei preziosi documenti conservati nell’Archivio della Fondazione Ca’ Granda e oggi in mostra all’Abbazia di Morimondo.

I Privilegi sono concessioni di beni e/o di diritti da parte di sovrani e imperatori per svariati motivi: in questo caso, come riporta l’originale conservato sino ad oggi, si tratta di una donazione in vita al Monastero di Morimondo, “per la salvezza dell’anima e per il bene del regno”.

Questa ed altre testimonianze, risalenti al periodo di Corrado III per arrivare, attraverso Federico Barbarossa, Enrico VI, Ottone IV, a Federico II, sono in mostra all’Abbazia di Morimondo fino all’11 novembre. Nell’allestimento, realizzato nella sala capitolare del monastero, vengono presentati in particolare due documenti originali risalenti al XII secolo: il già citato “Henrici VI imperatoris diploma”, datato 1195, e la “Cartula convenientie” redatta a Pavia nel 1179.

La mostra si colloca nell’ambito della collaborazione tra la Fondazione Abbatia Sancte Marie de Morimundo e Fondazione Ca’ Granda, che ha permesso di realizzare, lo scorso marzo, l’inaugurazione di una sezione museale presso il monastero dedicata ai beni artistici di proprietà della Ca’ Granda, provenienti da chiese e oratori del territorio circostante.  Nel 1563, infatti, l’Ospedale Maggiore entrò in possesso dei terreni già appartenenti all’Abbazia, con i relativi documenti di proprietà. L’ospedale da allora amministra terreni e immobili, e in passato ha sempre provveduto alla costruzione, alla manutenzione e all’ornamento degli immobili di culto, dotandoli di decorazioni e fornendo arredi sacri e paramenti.

Per informazioni sulla mostra e gli orari di apertura è possibile consultare il sito dell’Abbazia di Morimondo.