Paolo Grillo

Paolo Grillo

Responsabile di Unità Operativa Semplice

Prevenzione e protezione >

Prenota con Sistema Sanitario Nazionale

Prenota

Come medico nefrologo ha sviluppato conoscenze di Immunologia e Trapianti, nonché acquisito competenze di laboratorio di biologia molecolare (PCR, gel di agarosio, estrazioni di acidi nucleici, ecc). Si è inoltre occupato di Statistica Sanitaria, in particolare nell’ambito Biomedico, studiando in particolare l’ambito dell’Epidemiologia e la valutazione dei rischi e gli impatti ambientali sulla salute, sia dal punto di vista atmosferico che occupazionale.

Laureato cum laude in Medicina e Chirurgia nel 1993 all’Università degli Studi di Milano, dove nel 1998 ha conseguito la specializzazione in Nefrologia, sempre cum laude. Si è inoltre specializzato cum laude in Statistica Sanitaria, ad indirizzo Statistica Medica, nel 2003 all’Università degli Studi di Pavia.
Successivamente ha seguito numerosi corsi di formazione relativi a Biostatistica ed Epidemiologia, fino al 2007, quando si è specializzato in Medicina del Lavoro.
Nel 2014 ha infine partecipato al corso di formazione per Responsabile e addetto del Servizio di Prevenzione e Protezione.

Durante la specializzazione di Nefrologia è prima all’Ospedale Niguarda poi all’Ospedale San Raffaele di Milano, in seguito è Nefrologo all’Ospedale di Desio (1998-1999), dove assume l’incarico di Responsabile del centro di dialisi ad assistenza limitata (CAL) di Cesano Maderno, e all’Ospedale Sant’Anna di Como (1999-2004).
Nel 2004 entra nell’équipe di Epidemiologia degli Istituti Clinici di Perfezionamento di Milano, occupandosi in particolare di analisi statistiche, successivamente si specializza in Medicina del Lavoro e diviene Medico competente dell’Ospedale di Sesto San Giovanni prima (2009) e dell’Istituto Ortopedico Gaetano Pini e del Policlinico poi (2012).
Dal 2015 è Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione del Policlinico.

Ha tenuto una lecture su invito all’European Dialysis and Transplantation Association – EDTA a Madrid nel 1998 sul miglioramento dell’anemia in emodialfiltrazione rispetto alla semplice emodialisi.
Ha collaborato con l’Epidemiologia dell’Università di Milano e il National Cancer Institute statunitense, per uno studio pilota caso-controllo di epidemiologia genetica sulla relazione fra tumore polmonare e fumo, e con l’Università di Firenze, per uno studio sulla valutazione del rischio e sull’impatto dell’inquinamento atmosferico sulla salute.
Ha inoltre pubblicato diversi articoli su prestigiose riviste scientifiche e gestito il Registro Ortopedico e Protesico Lombardo (ROLP), che raccoglie tutte le protesi di anca e ginocchio impiantate a livello regionale.

Aggiornato alle 10:52 del 12/10/2017