Alessandra Kustermann

Se prenoti con il Servizio Sanitario troverai uno dei professionisti dell’équipe della disciplina che hai scelto. I professionisti si avvicenderanno tra di loro ma è sempre garantita la continuità delle cure.

Prenota

Se desideri una visita o un esame in libera professione con questo professionista, clicca qui

Prenota

  • Diagnosi Prenatale
  • Patologia della Gravidanza
  • Medicina Materno-Fetale
  • Pronto Soccorso Ostetrico-Ginecologico
  • Violenza Sessuale e Domestica

Ha introdotto nella pratica clinica ostetrico/ginecologica in Pronto Soccorso (PS) un'organizzazione con triage, emergenza e assistenza (OBI, ecografie, visite specialistiche urgenti direttamente in PS O/G, accordi con i reparti di degenza, le sale operatorie e il centro trasfusionale). In precedenza ha organizzato la Diagnosi Prenatale (DP) e le procedure invasive in collaborazioni con tutti gli specialisti necessari per le consulenze alle coppie con feto affetto da patologie malformative e/o anomalie genetiche. Ha creato in Mangiagalli fin dal 1987 un ambulatorio per seguire le gravidanze gemellari mono e bicoriali. Ha fondato nel 1996 SVSeD, primo centro antiviolenza pubblico in Italia.

Laureata in Medicina e Chirurgia all'Università degli Studi di Milano (1980), ha conseguito la specializzazione in Ostetricia e Ginecologia (Università degli Studi di Milano, 1984).
Nel 2002 ha seguito un Corso di Formazione Manageriale per Dirigente Sanitario di Struttura Complessa – Scuola di Direzione in Sanità – Regione Lombardia (superamento del corso con alto merito, )nel 2011 un Corso di Formazione Manageriale per Direttore Responsabile di Struttura Complessa - Regione Lombardia (superamento del corso con alto merito) e nel 2016 un Corso di formazione “BLSD-BASIC LIFE SUPPORT - DEFIBRILLATION”.

Fino al 2009 è stata Medico Ginecologo al Policlinico per poi diventare Direttore di Ginecologia e Ostetricia del Pronto Soccorso e Accettazione Ostetrico – Ginecologico e Soccorso Violenza Sessuale e Domestica. In precedenza è stata Medico Ginecologo in Clinica Mangiagalli. Nel '93 ha svolto uno stage di lavoro e di ricerca presso il Maternal-Fetal Medicine Division of the Department of Obstetric and Gynecology, Crump Women’s Hospital - University of Tennessee, Memphis.

Ha collaborato con:

  • il Ministero della Salute;
  • il Dipartimento delle Pari Opportunità presso la presidenza del Consiglio dei Ministri;
  • l'istituto Superiore di Sanità, per la patologia della gravidanza, diagnosi prenatale, pronto soccorso ostetrico/ginecologico e violenza sessuale e domestica;
  • Regione Lombardia;
  • il Comune di Milano;
  • la Magistratura e le Forze dell'Ordine per la violenza sessuale e domestica.

Ha fatto parte dal 2006 al 2009 del Consiglio Superiore di Sanità. E' stata direttore scientifico di progetti di ricerca nazionali ed europei nell'ambito della violenza sessuale e domestica.

  • Diagnosi Prenatale
  • Patologia della Gravidanza
  • Medicina Materno-Fetale
  • Pronto Soccorso Ostetrico-Ginecologico
  • Violenza Sessuale e Domestica
ecografia ginecologica
via lanzone 36 - 02/80582924
ecografia ostetrica
via lanzone 36 - 02/80582924
esame istologico polipectomia cervicale
via lanzone 36 - 02/80582924
inserzione di dispositivo contraccettivo intrauterino (I.U.D.)
via lanzone 36 - 02/80582924
prelievo citologico
via lanzone 36 - 02/80582924
visita ginecologica
via della commenda, 12 - 02/55034422
visita ginecologica
via lanzone 36 - 02/80582924
visita ginecologica di controllo
via della commenda, 12 - 02/55034422
visita ostetrica
via della commenda, 12 - 02/55034422
visita ostetrica
via lanzone 36 - 02/80582924
visita ostetrica di controllo
via della commenda, 12 - 02/55034422

Prenota in Libera Professione


:
:
*:
*:
*:
*:
*:
*:

  
:
:
:
:

Informativa trattamento dati personali:
Informiamo che i dati raccolti con la compilazione del presente modulo vengono trattati dalla Fondazione IRCCS Ca' Granda Ospedale Maggiore Policlinico, al fine di usufruire del servizio di “richiesta prenotazione in libera professione”. Autorizzo altresì, l’invio di documentazione amministrativo/sanitaria a me intestata, all'indirizzo di posta elettronica indicato nel format.



Aggiornato alle 14:08 del 02/10/2017