Wilma Barcellini

Wilma Barcellini

Medico

Ematologia >
Malattie Rare Center >

Prenota con Sistema Sanitario Nazionale

Prenota

  • Anemie emolitiche autoimmuni
  • Anemie emolitiche congenite da difetto della membrana: sferocitosi, ellissocitosi e stomatocitosi ereditaria
  • Anemie emolitiche da difetto degli enzimi eritrocitari 
  • Anemie ereditarie
  • Emoglobimuria parossistica notturna (EPN) 
  • Diseritropoiesi congenite (ADC)

- Diagnosi di difetto della membrana eritrocitaria:

  • valutazione della resistenza osmotica eritrocitaria mediante diversi tests (fragilità osmotica in NaCl, test di lisi in glicerolo a fresco ed acidificato, Pink test),
  • elettroforesi in SDS-PAGE,
  • studio funzionale della spettrina eritrocitaria;
  • determinazione della deformabilità eritrocitaria tramite ectacitometria

- Diagnosi di eritroenzimopatie:

  • dosaggio delle principali attività enzimatiche (PK, P5’N, GPI, Hx, PGK, PFK, TPI e AK),
  • caratterizzazione biochimica dell’enzima alterato mediante semipurificazione,
  • conferma diagnostica a livello molecolare.

- Messa a punto e validazione di nuovi tools diagnostici per le anemie emolitiche autoimmuni di difficile diagnosi (test di Coombs dopo stimolazione mitogenica)

Laureata in Medicina e Chirurgia all'Università degli Studi di Milano nel 1980 (110/110 e lode), dove ha conseguito la specializzazione in Immunologia nel 1983 (70/70 e lode) e in Reumatologia nel 1987(70/70 e lode).

Vincitrice negli anni Ottanta di Borse di studio del Policlinico e dell’Istituto Superiore di Sanità, dopo un'esperienza ai Laboratori di Immunologia dell'University Hospital di Ginevra e del St George’s Hospital di Londra, nel 1991 è assunta al Policlinico di Milano. Oggi è Responsabile della Fisiopatologia delle Anemie.

- Boston Children's Hospital per il progetto PKD-Natural History

- Institute for Clinical Transfusion Medicine and Immunogenetics, German Red Cross Blood Service Baden-Wuerttemberg - Hessen and Institute for Transfusion Medicine dell'Università di Ulm (Germania) 

- University Medical Centre di Utrecht (Olanda)

- School of Biochemistry dell'Università Walk di Bristol (UK)

- ENERCA group per ADC e altre anemie emolitiche congenite

- GIMEMA group per le citopenie autoimmuni

- Individuazione di nuovi geni nelle anemie emolitiche congenite rare, con validazione del possibile ruolo diagnostico di nuove mutazioni e studio della correlazione genotipo-fenotipo.

- Studio dei fenomeni autoimmuni e del loro ruolo nelle distruzione dei globuli rossi nelle anemie emolitiche congenite da difetto della membrana eritrocitaria.

- Nuovi tools diagnostici per le anemie emolitiche autoimmuni di difficile diagnosi e negative ai test di comune utilizzo; studio delle basi immunologiche e della regolazione citochinica dell’autoimmunità anti-eritrocitaria.

- Studio dei fenomeni autoimmuni delle sindromi mielodisplastiche “early” e nell’aplasia midollare/EPN (autoimmunità verso precursori midollari e ai meccanismi apoptotici coinvolti).

- Ruolo dell’autoimmunità anti-eritrocitaria e delle citochine immunoregolarorie/toll-like receptors nell’anemia delle sindromi linfo- e mielo-proliferative

- Studio dell’efficacia di nuovi farmaci biologici nelle anemie emolitiche autoimmuni (rituximab, bortezomib, inibitori del complemento), nelle EPN/aplasia midollare (inibitori del complemento, trombopoietinomimetici), nel deficit di PK (AG348)

Aggiornato alle 13:36 del 28/09/2017