Emilio Francesco Berti



in

Emilio Francesco Berti

Medico
Direttore di Unità Operativa Complessa

Professore Ordinario di Dermatologia, Università degli Studi di Milano.

Dermatologia >
Malattie Rare Center >

Prenota con Sistema Sanitario Nazionale

Prenota

  • Dermatite erpetiforme
  • Dermatomiosite
  • Fascite diffusa
  • Istiocitopatie
  • Istiocitosi croniche
  • Lichen sclerosus et atrophicus
  • Linfoangioleiomiomatosi
  • Linfomi cutanei
  • Lupus eritematoso cutaneo
  • Malattie cutanee autoimmunitarie
  • Malattie cutanee rare
  • Malattie veneree
  • Pemfigo
  • Pemfigoide
  • Pemfigoide benigno delle mucose
  • Pemfigoide bolloso
  • Policondrite
  • Sclerodermia

Nella pratica clinica ha introdotto tutte le metodologie diagnostiche per la diagnosi istologica immunologica, immunoenzimatica delle malattie bollose autoimmuni rare (immunofluorescenza diretta, indiretta ed ELISA per PB 180, 230, DSG1, DSG3 e Coll7).
Per la diagnosi dei linfomi primitivi della cute vengono eseguiti: esame istologico, colorazioni immunoistochimiche e analisi molecolare con metodiche di estrazione del DNA tissutale, amplificazione in PCR per lo studio della clonalità del T e del B recettore cellulare linfocitario e in caso di necessità anche di valutazione citogenetica in array-CGH e di next generation sequences (whole-genome, whole-exome, RNA-sequences).
Si avvale della Microscopia elettronica ed analisi d'immagine.

Si è laureato (con lode) nel 1976 in Medicina e Chirurgia all'Università degli Studi di Milano, dove nel 1979 si è specializzato, sempre con lode, in Dermatologia e Venereologia.

Dal 1987 è nell'èquipe della Dermatologia del Policlinico di Milano, della quale diventa Direttore nel 2016. E' Componente del Comitato Etico Area 2 (clinico, esterno) del Policlinico di Milano.
Parallelamente ha svolto la carriera universitaria: dal 1980 al 1984 è stato professore a contratto per le facoltà di Medicina e Chirurgia delle Università di Sassari e di Milano, nel 1987 è diventato professore associato di Dermatologia all'Università degli Studi di Milano e poi all'Università degli Studi di Milano Bicocca, dove nel 2004 diventa professore ordinario. Dal luglio 2016 è professore ordinario di Dermatologia all'Università degli Studi di Milano.

  • Membro del Consiglio Direttivo della Società italiana di Dermatologia dal 2012 al 2016
  • Presidente e fondatore dell'Associazione Dermatologica Lombarda di Dermatologia e Venereologia
  • Direttore del Centro di Ricerca di Dermatologia Sperimentale e Oncologica (DONESP) dell’Università degli Studi di Milano Bicocca
  • Membro per la classificazione di linfomi cutanei e Istiocitopatie della WHO (Organizzazione Mondiale della Salute) e della EORTC (Organizzazione Europea per la Ricerca e il Trattamento del Cancro)

Nel 1979 presenta i primi studi innovativi di immunoelettromicroscopia per l’analisi tissutale e delle malattie bollose. Ha eseguito la tipizzazione tissutale di più di 5000 anticorpi monoclonali (1° Workshop Parigi 2001, ultimo 9th Workshop Barcellona 2010).
E' stato il primo a riconoscere e pubblicare un gruppo di:

  • linfomi B-follicolari (Crosti’s lymphomas) primitivi cutanei (1985)
  • linfomi Anaplastici a Grandi cellule ALC primitivi cutanei (1987)
  • linfomi cutanei T-Gamma Delta (1991)
  • linfomi Epidermotropi Aggressivi CD8+ (AECTCL), anche denominati Berti’s lymphomas (1991)
  • linfomi sottocutanei simil panniculitici CD8+ (2006)
Aggiornato alle 12:38 del 25/09/2017