info


La maggior parte delle invenzioni del portafoglio della Fondazione trovano applicazione nella prevenzione, diagnostica e cura di patologie umane. Le restanti sono collocate nell’area biotecnologica e prevedono l’uso di dispositivi tecnologici e/o di sistemi molecolari o cellulari.
La Fondazione detiene l’esclusiva titolarità dell 80% delle domande di brevetti del portafoglio, mentre il restante 20% è in co-titolarità con altri enti, per esempio l’Università degli Studi di Milano.

Dal 2005, data del primo deposito, al novembre 2014 sono state depositate un totale di 84 domande di brevetto, raggruppabili in 29 famiglie; di queste, 18 famiglie sono entrate nelle fasi nazionali (in genere, Europa, USA, Canada, Israele, Giappone – vedi figura).
I brevetti concessi sono 38 (italiani e internazionali).
Ad oggi, 5 famiglie di brevetti sono state concesse in licenza e altre 7 famiglie sono oggetto di trattative per il trasferimento ad imprese private nazionali e internazionali.

cartina mondo


Scarica l’elenco dei brevetti della Fondazione.